Ostello Triana

fachada casa

Ostello Triana

La casa dove é ubicato l’ostello era un antico patio di vicini costruito alla fine del xix secolo, ci vivevano 10 famiglie e compartivano un bagno e una cucina nel patio, zona comune d’incontro.

Fu ristrutturata 13 anni fa.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

rodrigo de triana

Rodrigo de Triana

Rodrigo de triana fu un marinaio andaluso della fine del xv secolo. Accompagnó colombo nel suo primo viaggio in america. Il suo vero nome era juan rodríguez bermejo e fu soprannominato rodrigo de triana perché viveva in questo famoso quartiere sivigliano.

Passó alla storia perché pare sia stato il primo a scorgere il nuovo mondo dal suo punto di avvistamento della caravella “la pinta” la mattina del 12 di ottobre del 1942. Rodrigo avvistó una piccola isola dell’arcipelago delle lucayas (bahamas), conosciuta dagli indigeni come guanahaní e che colombo ribattezzó come san salvador. Anche se i re cattolici avevano promesso un premio di 10.000 maravedies al primo che avesse avvistato terra, rodrigo non ricevette niente, poiché colombo affermó di aver scorso terra tra la nube la notte precedente.

Nel quartiere di triana fu eretto nel 1973 un monumento a suo onore, opera di jose lemus.

 

 

Santa Ana Triana

Triana

Il quartiere di triana ha saputo conservare tutto il sapore degli antichi quartieri popolari. Non esistevano ponti per comunicarla con sevilla fino alla metá del xix secolo, quando fu costruito il ponte di isabel ii (conosciuto come il ponte di triana). Questo tradizionale isolamento creó un sentimento di indipendenza che si mantiene tutt’ora vivo. Infatti, la principale chiesa del quartiere, santa ana, é conosciuta come la “cattedrale di triana”.